Home » » Strada argine ‘‘dimenticata’’

 

Strada argine ‘‘dimenticata’’

Fiumicino. Il Comitato Spontaneo Isola Sacra chiede chiarimenti: i lavori sembrano conclusi, però...

FIUMICINO – Dovera essere praticamente fatta, ma a tutt’oggi la strada argine che dovrebbe mettere in sicurezza l’Isola Sacra non c’è. O meglio, c’è ma non è finita. Inutile guardare il cartello dei lavori.  Sapientemente (verrebbe da dire) non c’è scritta né la data di inizio né tanto meno la data di fine lavori. E non a caso su questo il Comitato, insieme all’avvocato Carmine Laurenzano, chiede se tutto ciò sia giusto e legale secondo la Legge.
E allora meglio fidarsi degli occhi, che meglio di qualunque comunicato possono descrivere la situazione. La strada arriva fino a via del Faro, poi si interrompe proprio al cancello del cantiere. ma da progetto sarebbe dovuta “atterrare” al di là della via, grazie ad un sovrappasso che avrebbe lasciato intatta la viabilità verso Fiumara Grande.
“Peccato che dall’altra parte – afferma una nota del Comitato spontaneo Isola Sacra – ci sia la parte di cantiere del sequestrato Porto della Concordia, e che su di essa non si possa fare alcun lavoro. 
L’ipotesi b sarebbe quella di creare un muro di contenimento proprio sul confine del cantiere, ma anche questa soluzione – afferma il Comitato – avrebbe ugualmente bisogno di un’autorizzazione che oggi nessuno sembra in grado di dare.
 Ne abbiamo parlato con esperti della Regione, e la situazione è imbarazzante. Il progetto non può essere completato neanche contando sul fatto che tutti i terreni coinvolti oggi sono sotto il controllo pubblico. Una beffa, per chi da anni attende la deperimetrazione dell’area di Isola Sacra.
Attendiamo comunicazioni ufficiali che chiariscano la situazione, e tempistiche adeguate. Essere vittime dell’ennesima incapacità politico-amministrativa sarebbe intollerabile. 
Ribadiamo al Sindaco la nostra proposta di un tavolo tecnico con sopralluogo dei lavori (promessa peraltro già fatta al direttivo e disattesa dal primo cittadino), insieme ad Ardis, Distretto di bacino e Regione, per accelerare la deperimetrazione. Nei prossimi giorni protocolleremo una richiesta al sindaco di tavolo tecnico. Per quanto riguarda l’aspetto legale – conclude il Comitato – lasciamo aperta la strada di un ricorso al Tar per definire i procedimenti amministrativi propedeutici alla conclusione dell’opera”.

(20 Apr 2018 - Ore 09:56)

Commenti

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.

Commenti

Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.

PRIMA PAGINA WEBTV

Inviaci le tue foto
Meteo Lazio

NOTIZIE DALLE AZIENDE

ENERGIA E AMBIENTE

ROMA E REGIONE

ITALIA E MONDO

archivio articolo 1999 - 2005



Quotidiano telematico fondato nel 1999 da Massimiliano Grasso - © Copyright Retimedia, c.f. 10381581007 - Reg. Trib. di Civitavecchia n° 2/2000 del 30/8/00 - ISSN 2037-9471 - Direttore responsabile Luca Grossi
Riproduzione riservata.
E' vietato ogni utilizzo di testi, foto e video senza il consenso scritto dell'editore - Privacy Policy