DOMENICA 23 Settembre 2018 - Aggiornato alle 10:04

Home » » Presidente, niente accordo e la minoranza si divide

 

Presidente, niente accordo e la minoranza si divide

Oltre a Nicola Porro nell’opposizione si candidano Sandro De Paolis e Vincenzo Gaglione, mentre un franco tiratore vota Cappellani, che, proposto dal Sindaco e sostenuto dalla maggioranza, manca il quorum per un solo voto. I consiglieri torneranno a votare martedì prossimo. Moscherini ha giurato, baciando il Gonfalone. Confermato il segretario generale Annibali

Si conclude con una fumata nera la prima votazione per l’elezione del presidente del Consiglio comunale. Lo scrutinio si è svolto dopo 4 ore di seduta, ma fin dalle dichiarazioni di voto rese nel corso della serata era apparso chiaro che non c’è accordo tra maggioranza e opposizione e che quindi l’elezione è rinviata con ogni probabilità alla prossima settimana, così come previsto dal Regolamento, quando sarà sufficiente la maggioranza assoluta dei consiglieri. Il dato di ieri, comunque, è che la minoranza è lungi dal ritrovare la propria unità: Cappellani ha infatti incassato i 19 voti di maggioranza più quello di un franco tiratore, fermandosi ad 1 solo voto dal quorum richiesto dalla prima votazione. De Paolis e Gaglioni hanno votato per loro stessi, mentre Porro ha raccolto i restanti 9 consensi.

La votazione è arrivata al termine di un lungo dibattito e soprattutto al termine di una giornata dedicata all’espletamento delle formalità burocratiche. La seduta, presieduta dal consigliere anziano Cappellani, si è aperta infatti con le parole di quest’ultimo che ha auspicato che tutti gli eletti mantengano nel corso del loro mandato un alto profilo, ricordando il ruolo fondamentale dell’assise, augurando anche un dialogo sereno e porgendo omaggio soprattutto alle due donne presenti in Consiglio e alle due in giunta. Subito dopo la formale convalida degli eletti, votata all’unanimità. Subito dopo c'è stato il tradizionale \CONSIGLIOgiuramento del sindaco, al quale Moscherini ha fatto seguire un fuori programma, recandosi a baciare il gonfalone della città, posto accanto allo scranno della presidenza e sventolandolo tra uno scroscio di applausi. Il clima di festa è stato inframezzato da un intervento del consigliere dei Verdi Manuedda, che ha riferito all’assise su quanto accaduto l’altra notte, durante la quale è stato dato alle fiamme il gazebo dei no coke a Corso Centocelle. «Un gesto inqualificabile - ha detto - del quale spero siano individuati i colpevoli». Ma a tenere banco è sempre l’elezione del presidente del Consiglio come dimostra il tenore dell’intervento del Sindaco, che ha elencato le ragioni della scelta di candidare Cappellani, ricordando come lui stesso, nel ‘98, fu eletto presidente del Consiglio dopo essere arrivato primo degli eletti. Il primo stop arriva però subito dopo, quando Marco Piendibene solleva un problema di interpretazione del Regolamento, che imporrebbe lo scioglimento della seduta in caso di mancata elezione del presidente, terzo punto all’ordine del giorno. Un dettaglio che impedirebbe però l’espletamento di altre formalità ritenute obbligatorie. A risolvere il quiproquo basta una conferenza dei capigruppo che opta infine per l’inversione dell’ordine dei lavori. L’assise passa quindi all’elezione della commissione elettorale, per la quale, per la prima volta il Sindaco concede all’opposizione un numero di membri pari a quello della maggioranza. A formare la commissione vanno quindi alla seconda votazione (la prima viene annullata perché il totale dei voti risulta essere di trentadue, a fronte dei trenta consiglieri presenti) Cerrone (Udc), La Camera (An), Petrelli (Ambiente e Lavoro) e Perello (Prc). Si apre quindi il dibattito per l’elezione del presidente e il primo ad intervenire è Nicola Porro, candidato di gran parte dell’opposizione che ha rivendicato per l’opposizione la presidenza del Consiglio, considerandola «parte di un percorso politico di responsabilità condivisa», citando le contestazioni fatte dall’allora consigliere Vinaccia, lo scorso anno durante il dibattito che alla fine si concluse con l’elezione di Tiziano Cerasa e per la quale l’opposizione protestò, e infine ribadendo il «no al baratto con le presidenze di commissione». A rispondergli è lo stesso Vinaccia, rimarcando come la situazione rispetto allo scorso anno sia diversa e come da parte di Moscherini ci sia stata una effettiva apertura «ed anche molto ampia, visto che di fatto si è proposto di dare all’opposizione una responsabilità concreta nella gestione della cosa \CONSIGLIOpubblica». A rompere il clima di confronto serrato tra maggioranza e opposizione pensano però Vincenzo Gaglione e Sandro De Paolis, che annunciano entrambi di volersi candidare alla presidenza del Consiglio in polemica con i metodi perseguiti da entrambi gli schieramenti. Una divisione prontamente ripresa da Roscioni (Fi), che sottolinea come sia «difficile fare un’apertura maggiore di così ad una minoranza, che non riesce nemmeno a presentare una candidatura unitaria».

Seduta aggiornata a martedì prossimo alle ore 14.

In chiusura il sindaco ha presentato ufficialmente la Giunta ed il direttore generale del Comune, Simone Giganti, dando la notizia di aver confermato nel proprio incarico il segretario generale Annibali.

(11 Giu 2007 - Ore 20:53)

Commenti

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.

Commenti

Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.

PRIMA PAGINA WEBTV

Inviaci le tue foto
Meteo Lazio

NOTIZIE DALLE AZIENDE

ENERGIA E AMBIENTE

ROMA E REGIONE

ITALIA E MONDO

archivio articolo 1999 - 2005



Quotidiano telematico fondato nel 1999 da Massimiliano Grasso - © Copyright Retimedia, c.f. 10381581007 - Reg. Trib. di Civitavecchia n° 2/2000 del 30/8/00 - ISSN 2037-9471 - Direttore responsabile Luca Grossi
Riproduzione riservata.
E' vietato ogni utilizzo di testi, foto e video senza il consenso scritto dell'editore - Privacy Policy