Home » » ''La barriera di scogli ha modificato la costa''

 

''La barriera di scogli ha modificato la costa''

‘‘Il Paese che vorrei’’ dà voce ai commercianti che lamentano una carenza di strutture

S. MARINELLA – Bilancio di fine stagione degli operatori commerciali e turistici della Perla del Tirreno che ritengono positiva, per quel che riguarda le presenze di villeggianti e ospiti stranieri, ma il volume di vendite non ne ha certamente beneficiato. C’è anche chi si lamenta invece delle strutture presenti sulla costa che, di fatto, limitano le attività commerciali. E’ il caso degli operatori che lavorano sul tratto di mare al Km 58 della statale Aurelia, nei pressi della spiaggia libera. A dar voce alle proteste dei commercianti è il movimento cittadino ‘‘Il Paese che Vorrei’’, che reputa indispensabile la presenza della barriera di scogli nel tratto di costa, che di fatto salva l’Aurelia dai cavalloni, ma che ha cambiato il volto di una delle insenature più belle di Santa Marinella. «Il collocamento di una barriera artificiale superficiale a meno di 20 metri dalla costa – dicono i responsabili del Movimento - ha devastato la baia, le attività economiche sono in sofferenza, la gradevolezza di una delle poche spiagge libere del nostro Comune è compromessa, i surfisti hanno perso uno degli spot più frequentati, la costa ha subito un danno paesaggistico e ambientale. La massicciata sta provocando un grave fenomeno di ristagno dell’acqua. A parte il concreto rischio della diffusione di alghe tossiche, il risultato è che l’acqua è poca e ferma, le alghe si accumulano, fermentano e puzzano. La barriera inoltre, per altezza e dimensione, ostacola anche il ricircolo dell’aria. Inoltre, a destra della Sassola, c’è un fosso il cui sfogo a mare è attualmente insabbiato, non stupisce quindi che, in piena estate, la spiaggia fosse quasi deserta. Leggermente meno grave la situazione sul versante del ristorante il 58. L’unico varco realizzato nella massicciata consente un minimo di ricambio dell’acqua e di ventilazione». «Al tempo dei lavori – continua il Movimento - i concessionari delle attività, chiesero, inascoltati, che si commissionasse uno studio di valutazione di impatto ambientale prima di effettuare qualsiasi intervento e una soluzione antierosione integrata a criteri di sviluppo turistico e valorizzazione e tutela ambientale. Si sollecitava anche una reale concertazione con i soggetti interessati. Si chiedeva di non essere lasciati soli. Purtroppo, l’amministrazione non volle o non fu capace di commissionare una seria valutazione sul possibile impatto dell’intervento e negoziare con la Regione i requisiti dell’opera necessari alla difesa del nostro patrimonio costiero e delle attività economiche ad esso collegate. La barriera potrebbe essere modificata».

(13 Set 2017 - Ore 13:58)

Commenti

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.

Commenti

Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.
Civitavecchia, L'occhio

Il pallone (foto Enrico Paravani)

PRIMA PAGINA WEBTV

Inviaci le tue foto
banner CivonSale
Meteo Lazio

NOTIZIE DALLE AZIENDE

ENERGIA E AMBIENTE

ROMA E REGIONE

ITALIA E MONDO

archivio articolo 1999 - 2005

Quotidiano telematico fondato nel 1999 - Editore SEAPRESS srl, c.f. 06832231002
Reg. Trib. di Civitavecchia n° 2/2000 del 30/8/00 - ISSN 2037-9471
Direttore responsabile Massimiliano Grasso - © Copyright 1999-2017 SEAPRESS - Privacy Policy