Home » » Acceleratore sulle pratiche di condono

 

Acceleratore sulle pratiche di condono

Il Sindaco di Ladispoli mette mano alla macchina amministrativa. Grando: “Un Comune non può impiegare più di trent’anni per concludere una pratica”

LADISPOLI - «Un Comune non può impiegare più di trent’anni per concludere una pratica di condono edilizio e se ciò è stato accettato in passato, di certo, non si ripeterà durante la mia amministrazione».

Con queste parole il sindaco Alessando Grando ha preso posizione sulle affermazioni di alcuni consiglieri di opposizione rilasciate alla stampa locale.

«In risposta alle perplessità espresse sugli organi di stampa dai consiglieri Trani e Palermo in merito alla questione dei condoni edilizi – prosegue il sindaco – tengo a precisare che una pronta definizione delle oltre 1.600 pratiche di condono ancora pendenti è certamente una priorità della mia amministrazione.

Questo sia per garantire la certezza del diritto su cui ogni cittadino deve poter contare e sia per evitare i rischi e le incertezze sottese ad una pratica edilizia di condono non conclusasi. Abbiamo visto tutti i danni che l’inerzia amministrativa ha causato a questa città e non vogliamo in alcun modo macchiarci di una simile condotta: preferiamo fare, piuttosto che parlare.

Ed in tal senso non possono che farci sorridere le tante parole ed argomentazioni portate avanti dai due solerti consiglieri, i quali, oltre ad alimentare sospetti, nulla dicono di fronte alla triste realtà dalla quale emerge che almeno 1600 cittadini, chi da oltre 30 anni, chi da un pò di meno, attendono risposte definitive dal Comune di Ladispoli sulle pratiche di condono edilizio presentate.

Proprio per dare queste giuste e dovute risposte ai nostri cittadini, si è ritenuto opportuno intervenire su un settore nel quale si era rimasti assolutamente ed evidentemente indietro.

Inoltre portare al giusto compimento e definizione le pratiche di condono equivarrebbe ad avere una fonte di entrate molto consistenti a beneficio delle casse comunali.

Infatti in un momento storico – conclude Grando – in cui il nostro Comune non gode certo di ottima salute a livello finanziario, grazie anche alla disastrosa  gestione dell’ex assessore al bilancio Trani, l’idea di poter introitare una cifra che potremmo quantificare fino a un massimo di tre milioni di euro non può certamente essere trascurata. Nessuno spreco di denaro pubblico quindi, casomai il contrario».

(10 Gen 2018 - Ore 19:55)

Commenti

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.

Commenti

Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.
Civitavecchia, L'occhio

Nitticora (foto Giovanni Canu)

PRIMA PAGINA WEBTV

Inviaci le tue foto
banner CivonSale
Meteo Lazio

NOTIZIE DALLE AZIENDE

ENERGIA E AMBIENTE

ROMA E REGIONE

ITALIA E MONDO

archivio articolo 1999 - 2005



Quotidiano telematico fondato nel 1999 da Massimiliano Grasso - © Copyright Retimedia, c.f. 10381581007 - Reg. Trib. di Civitavecchia n° 2/2000 del 30/8/00 - ISSN 2037-9471 - Direttore responsabile Luca Grossi
Riproduzione riservata.
E' vietato ogni utilizzo di testi, foto e video senza il consenso scritto dell'editore - Privacy Policy